fbpx
Dai un voto a fermo amministrativo
[Total: 1 Average: 5]

Ricevere una accettabile valutazione per una propria macchina in fermo amministrativo non è facile, soprattutto se il veicolo non è di recente immatricolazione. Ma in questi casi essendo un veicolo non più abilitato alla circolazione si deve scegliere un compromesso tra “quantitativo” di sicurezza offerto sulla destinazione post ritiro dell’auto e valutazione offerta dall’acquirente.
Come si può valutare allora una seria offerta? Bisogna guardare e valutare attentamente chi ce la propone.
Per la vendita di auto in fermo amministrativo non ci si basa su di un andamento di mercato come succede per le auto normalmente usate.
Diventa primario conoscere tutti gli aspetti di cui un ipotetico acquirente ci prospetta come pratica documentale. Chi offre un semplice passaggio di proprietà o ancora più deleterio atto di vendita in comune è un compratore che vuole solo entrare in possesso di una macchina a basso costo e la rivenderà ad ignari acquirenti con la complicità di qualche agenzia di pratiche auto innescando situazioni penali di truffa, e concorso in truffa per il proprietario titolare del fermo.

Questi individui offrono di media sempre qualche centinaio di euro in più rispetto a serie ditte che comprano questi veicoli ma con la sicurezza di toglierli dalla circolazione, destinandoli al diverso e redditizio mercato dei ricambi usati. Gestendoli diversamente in relazione a una sicura procedura di sospensione dalla circolazione del veicolo. Ottimo per il venditore avere la certezza che il veicolo non viene reimmesso in circolazione in con atti riportanti a situazioni penalmente perseguibili.
Va anche ricordato che un così detto: mini passaggio per uno di questi improvvisati (acquisto auto in fermo amministrativo, crea problemi), ha un costo limitato di soli 120 Euro.
Per una ditta seria che destina alla alienazione questi veicoli dopo l’acquisto (perciò pratica sicura per chi vende), i costi di instaurazione della regolare pratica P.R.A. e quella di corretta presa in carico, ha diversamente un costo a carico della ditta di circa 750 Euro.
Perciò alla resa dei conti chi fa una pratica regolare sul ritiro di auto in fermo amministrativo tra valutazione offerta e successive spese di regolare gestione documentale, va a spendere di più di questi poco sicuri commercianti che le gestiscono come se fossero auto normali.

Il consiglio per vendere bene e in sicurezza auto in fermo amministrativo?
Dovete non scordarvi che vi apprestate a vendere un’auto non abilitata alla circolazione, perciò meglio che scegliate una ditta seria che vi offre ovviamente una ottima valutazione, ma abbinandola a una procedura che si abbini al proseguo giudiziale dell’esecuzione del fermo.
Cioè vendita per definitiva sospensione dalla circolazione del veicolo, nulla di illegale o di contestabile. Come appunto offriamo noi di fermoamministrativo.it.
https://www.fermoamministrativo.it/perche-compriamo-auto-in-fermo-amministrativo/

Toni titolare vi risponde ai numeri 3476989482 o 3336000600 negli orari di lavoro, offrendovi la migliore valutazione possibile e il rispetto assoluto della privacy.

COMPILA IL FORM DI CONTATTO PER INFORMAZIONI, VALUTAZIONI PER VEICOLI IN FERMO AMMINISTRATIVO
(tutti i dati resteranno riservati, non archiviati ne diffusi)

Valutiamo gratis la tua auto o veicolo in fermo amministrativo compila il modulo per il valore

PRATICHE

CI OCCUPIAMO NOI DI TUTTE LE PRATICHE, ANCHE QUELLE P.R.A

LEGGI TUTTO…

PAGAMENTO IN CONTANTI

PAGAMENTI E CONSEGNA DOCUMENTI DI PRESA IN CARICO, IMMEDIATI AL RITIRO

LEGGI TUTTO …

RITIRO IMMEDIATO

RITIRO CON NOSTRI MEZZI ATTREZZATI OVUNQUE SENZA COSTI AGGIUNTIVI

LEGGI TUTTO…