fbpx
Dai un voto a fermo amministrativo
[Total: 0 Average: 0]

Esiste veramente un compro auto gravate da fermo amministrativo in Italia? Ogni auto usata trova prima o poi un compratore è una legge di mercato, ma non si pensa che anche quelle non più abilitate a essere beni mobili potessero interessare a qualcuno, guarda caso, invece a noi interessa comprarle. Non siamo i soli a fare questi ritiri, ma siamo i soli a farlo nel giusto modo, ne siamo certi, conoscendo ogni altro modo operandi di altri “compro auto in fermo amministrativo” che si pubblica in giro e sul web.

Compro auto con fermo per uso ricambi!
Possibile, vero? Certo è possibile anche noi le usiamo dopo la presa in carico, come veicoli commercializzati intere o a pezzi per un diverso indirizzamento di commercio, cioè quello degli autodemolitori Italiani o esteri che pagano molto meglio questo tipo di auto, dato che loro difficilmente alienano una automobile anche se molto vecchia.

Da loro arriva intera, perciò non più come bene mobile, ma come bene immobile non più abilitato a essere reimmesso in circolazione dato che i documenti vengono annullati.

 

Però non sempre è vero ciò che vi vogliono fare credere, cioè che useranno la vostra auto, o suv, come ricambi. Per esempio vi è una ditta ubicata vicino a Bologna che dichiara da subito quando lo contattate che compra auto in fermo amministrativo come uso ricambi, e che lui è un demolitore e vende ricambi usati, assolutamente nò! Se gli fate delle domande sulle normative di smaltimento delle batterie, degli oli esusti, o dove porta le scocche che per legge vanno consegnate solo a ditte preposte con emissione di formulario di smaltimento, non sa neanche cosa gli chiedete. Di fatto ce chiedete alla Polizia Comunale di dove si dichiara residente come ditta, vi risponderanno che non esiste nessun demolitore in quel posto, tanto meno un venditore di ricambi usati. Secondo voi che fine fanno le auto che la gente credulona consegna le auto a questo Signore che neanche indica il suo nome quando lo contattate?

 

Io Toni di Reggio Emilia ho gestito per anni in gioventù una autodemolizione, e ho un deposito tutt’ora di veicoli usati, incidentati per demolitori. In questo difficile lavoro nel passato ho avuto vari problemi proprio derivati dall’imprudenza e alla mancanza di esperienza, ma dagli errori ho maturato ora a 60 anni la giusta esperienza per capire cosa si può e non si può più fare.

Io ora compro auto in fermo amministrativo e NON le smaltisco più a singoli pezzi come in passato, vi eseguo al ritiro, una procedura regolare inerente al deposito e soccorso stradale, le registro in entrata, annullo i documenti al P.R.A, e poi le vendo, le indirizzo intere a chi ha altre ditte di smaltimento, autodemolitori meglio se esteri. Ma vengono cedute solo come uso ricambi, non più abilitati alla circolazione.
Perciò se vi apprestate a voler vendere un vostro veicolo gravato da fermo amministrativo, fate domande inerenti a ciò che vi promettono questi “falsari”, controllate le sicure palle di chi vi dice che è un autodemolitore, e che vi fa una perdita di possesso per uso ricambi, è una domanda al P.R.A improponibile, e detta senza fondamento.

Alla stessa e migliore valutazione avete noi di www.fermoamministrativo.it, a cui rivolgervi. Perché rischiare una vendita del vostro veicolo gravato da fermo amministrativo, con chi non ha ancora capito che i problemi non si vanno a cercare, ne per se stessi, ne per causarli poi a voi che vi siete affidati in buona fede a questa tipologia di personaggi.

Valutiamo gratis la tua autovettura compila questo modulo per il valore