Il fermo amministrativo è un provvedimento che impedisce la libera circolazione dell’auto e non solo. Come sapere se la nostra auto è gravata da fermo amministrativo? Dove presentare la richiesta di cancellazione, quali documenti portare e i costi da sostenere?

Un’auto gravata da fermo amministrativo ha una disponibilità fortemente limitata sia per l’uso, sia per la cessione o vendita, non può circolare su strada, ma non può sostare in area pubblica, non può essere radiata dal demolitore, nemmeno ottenere una radiazione per esportazione, questo almeno fino a quando il debito non viene saldato.

Come si fa a vedere se sulla nostra auto, vi è trascritto un fermo amministrativo? Basta fare una richiesta della visura della targa dall’estratto si potranno vedere ogni provvedimento trascritto su quel veicolo, la somma e l’ente che lo ha messo.
Visura da farsi: presso gli uffici territoriali del PRA, a un costo di 8,00 euro.
tramite il servizio online Visurenet dell’ACI, al costo di 8,83 euro (di cui 6,00 euro per la visura e 2,32 + 22% di IVA per il costo del servizio telematico);
presso una delegazione ACI o un’agenzia di pratiche auto, a un costo che somma le tariffe previste dalla legge e quelle del servizio di intermediazione.

 

Cos’è il fermo amministrativo auto? Il fermo amministrativo è un atto con il quale le amministrazioni o gli enti competenti (Comuni, INPS, Regioni, Stato), tramite i concessionari della riscossione, bloccano un bene mobile al fine di riscuotere dei crediti non pagati. Crediti che possono riferirsi a tributi o tasse (ad esempio mancati pagamenti IVA, Irpef, bollo auto, ICI) oppure a multe per infrazioni al Codice della Strada.
Per poter essere soggetti a fermo amministrativo, i beni in questione devono essere iscritti in un pubblico registro: auto, moto, veicoli commerciali, camion etc. tutto ciò che sono iscritti nei registri del PRA.

Fino a quando il debitore non salda il proprio debito, il veicolo soggetto a fermo amministrativo non può: circolare su strada (se lo fa è prevista una sanzione che arriva fino a 2500 Euro);
essere radiato dal PRA da un demolitore; le radiazioni per esportazione vengono respinte .

Con l’entrata in scena dell’Ufficio delle Entrate riscossioni, se il debitore continua a non pagare il fermo amministrativo, questo concessionario della riscossione può ora agire forzatamente per la vendita del veicolo soggetto al provvedimento di fermo amministrativo, a mezzo di pignoramento.

Può invece essere venduto!  Ma facendo le giuste procedure di sicurezza, la legge non vieta di vendere un’auto soggetta a fermo amministrativo. Tuttavia, il comportamento da parte da intraprendere in questi casi deve essere molto “cautelare” per non rimanere coinvolti in situazioni giudiziarie se il veicolo rientra in circolazione, o viene usato per compiere truffe ad altri ignari acquirenti etc. Noi sconsigliamo le vendite a mezzo di passaggio di proprietà perché si autorizza l’uso di un veicolo che di fatto non è più abilitato a circolare.

Potrete invece affidarvi a una ditta seria come la nostra che da decine di anni, recupera, valorizza, offre ottime valutazioni per i veicoli gravati da fermo amministrativo “fiscale”, se non sono più vecchi di 10 anni. Per questi noi offriamo un pagamento immediato, e una procedura documentale P.R.A., che ne finalizza la sospensione dalla circolazione, facendovi stare definitivamente tranquilli non avendo più il veicolo intestato a voi, ne lo stesso è rimesso in circolazione. Contattateci per domande e richiesta di valutazioni. Fermo amministrativo dell’auto con noi puoi venderla!

Valutiamo gratis la tua autovettura compila questo modulo per il valore